PRESS

TCL apre in Polonia un nuovo Centro di Ricerca e Sviluppo dedicato all’Intelligenza Artificiale (IA). Il Centro sarà il più grande al di fuori della Cina.

Condividi

Il 3 Settembre TCL, uno tra i maggiori brand leader di elettronica di consumo, ha aperto il TCL Research Europe R&D Center (Centro di Ricerca e Sviluppo Europeo) a Varsavia. Si tratterà del più grande centro R&D del gruppo oltre territorio cinese. E vedrà l’impiego di più di 100 specialisti che, in collaborazione con i ricercatori dell’Università di Varsavia, lavoreranno allo sviluppo dell’Intelligenza Artificiale (IA). Il Centro sarà diretto dal Dr. Bartosz Biskupski, uno scienziato polacco precedentemente a capo del dipartimento di Intelligenza Artificiale di Samsung.

Il centro di ricerca e sviluppo di Varsavia rappresenta un ulteriore investimento del gigante dell’elettronica in Polonia: dal 2007 TCL gestisce infatti una fabbrica a Żyrardów. Il lavoro di TCL Research Europe Center migliorerà tecnologicamente i più importanti prodotti del gruppo a livello globale: TV, smartphone e applicazioni Smart Home.

"Oltre 100 specialisti in Intelligenza Artificiale, principalmente ingegneri e ricercatori, lavoreranno nel centro di Varsavia" - ha affermato il Dr. Bartosz Biskupski, responsabile del centro di ricerca e sviluppo polacco. TCL collaborerà con la Facoltà di Matematica, Informatica e Meccanica dell'Università di Varsavia sulla base della lettera di intenti firmata il 3 settembre da Bartosz Biskupski e dal decano della facoltà prof. Paweł Strzelecki. Entrambe le istituzioni si scambieranno esperienze in ambito di IA.

"Gli specialisti impiegati nella capitale della Polonia lavoreranno su come gli algoritmi di intelligenza artificiale possano essere utilizzati per garantire la migliore qualità dell'immagine e fornire funzionalità innovative ai dispositivi elettronici" , ha dichiarato Bartosz Biskupski.

Utilizzando l'intelligenza artificiale, il centro di ricerca e sviluppo si concentrerà anche sul miglioramento dei prodotti TCL, insegnando loro a comprendere e utilizzare sempre meglio il linguaggio umano, per renderli sempre più facili da usare. "Gli esperti lavoreranno anche all'ottimizzazione degli algoritmi di IA in modo che possano essere utilizzati direttamente nei dispositivi e non più nel cloud, permettendo una maggior privacy per gli utenti. Grazie a questi avanzamenti, i prodotti TCL dovrebbero essere inoltre in grado di reagire più velocemente ai comandi e risultare meno dipendenti dalla disponibilità della rete Internet" ,riassume Bartosz Biskupski.

All'inaugurazione del TCL Research Europe Center hanno partecipato anche il Vice Ministro polacco dell'Imprenditoria e della Tecnologia Tadeusz Kościński, il Direttore del Dipartimento Tecnologico di TCL nonché Senior Vice President di TCL Corporation & Presidente di TCL Corporate Research Dr. Xiaolin Yan , e il Direttore del Dipartimento di Economia e Commercio dell'Ambasciata cinese in Polonia Mr. Lijuan Liu.

"Siamo molto soddisfatti dell'investimento di TCL in Polonia. È una prova di riconoscimento del potenziale scientifico e un esempio delle buone relazioni economiche tra Polonia e Cina - ha affermato Lijuan Liu, dell'ambasciata cinese - Siamo lieti che TCL possa trarre beneficio dalla sinergia di esperienze e competenze degli specialisti polacchi".

Ricerca e sviluppo rappresentano un territorio di fondamentale importanza per TCL: il reparto R&D impiega ad oggi circa 8.000 dipendenti, e solo lo scorso anno TCL ha investito 700 milioni di dollari in ricerca e sviluppo.

A proposito di TCL Group

TCL è uno dei maggiori produttori di TV LCD al mondo (con l’11% di quota di mercato) - nel 2017, era dietro solo a Samsung e LG. La società è anche il quinto produttore di pannelli LCD a colori nel mondo e il dodicesimo produttore di telefoni cellulari in termini di vendite. È anche tra i primi sei produttori cinesi di condizionatori, frigoriferi e lavastoviglie. Nel 2017, TCL ha venduto quasi 24 milioni di TV LCD, oltre 3 milioni di pannelli LCD, 9 milioni di condizionatori e quasi 44 milioni di smartphone e accessori correlati.

TCL è stata fondata nel 1981 a Huizhou (Cina) e inizialmente produceva nastri magnetici impiegati inin cassette e VHS. A poco a poco, ha ampliato la propria gamma di produzione, introducendo telefoni ed elettrodomestici, e in seguito telefoni cellulari, dispositivi con pannelli LCD, lettori DVD e tablet. Fin dal principio, il gruppo ha cercato di essere un modello nel campo della cosiddetta produzione intelligente. TCL è stata la prima in Cina a produrre, tra gli altri, un telefono con un sistema vivavoce (1986), un display widescreen a colori (1992) o un computer portatile dual-core (2006). Cinque anni fa, la società ha presentato il più grande TV LCD al mondo con uno schermo tridimensionale da 113 pollici.

L'azienda impiega oltre 75 mila dipendenti in tutto il mondo, e commercializza i suoi prodotti sotto i brand TCL e Thomson, Alcatel e BlackBerry. La società opera in oltre 160 Paesi e gestisce, tra gli altri, 26 istituti di ricerca, 22 siti di produzione e diverse decine di laboratori. L’anno scorso, l'utile operativo della società ammontava a quasi 17 miliardi di dollari, più del doppio rispetto al 2010.


 

A proposito di TCL Group

TCL è uno dei maggiori produttori di TV LCD al mondo (con l’11% di quota di mercato) - nel 2017, era dietro solo a Samsung e LG. La società è anche il quinto produttore di pannelli LCD a colori nel mondo e il dodicesimo produttore di telefoni cellulari in termini di vendite. È anche tra i primi sei produttori cinesi di condizionatori, frigoriferi e lavastoviglie. Nel 2017, TCL ha venduto quasi 24 milioni di TV LCD, oltre 3 milioni di pannelli LCD, 9 milioni di condizionatori e quasi 44 milioni di smartphone e accessori correlati.TCL è stata fondata nel 1981 a Huizhou (Cina) e inizialmente produceva nastri magnetici impiegati inin cassette e VHS. A poco a poco, ha ampliato la propria gamma di produzione, introducendo telefoni ed elettrodomestici, e in seguito telefoni cellulari, dispositivi con pannelli LCD, lettori DVD e tablet. Fin dal principio, il gruppo ha cercato di essere un modello nel campo della cosiddetta produzione intelligente. TCL è stata la prima in Cina a produrre, tra gli altri, un telefono con un sistema vivavoce (1986), un display widescreen a colori (1992) o un computer portatile dual-core (2006). Cinque anni fa, la società ha presentato il più grande TV LCD al mondo con uno schermo tridimensionale da 113 pollici.
L'azienda impiega oltre 75 mila dipendenti in tutto il mondo, e commercializza i suoi prodotti sotto i brand TCL e Thomson, Alcatel e BlackBerry. La società opera in oltre 160 Paesi e gestisce, tra gli altri, 26 istituti di ricerca, 22 siti di produzione e diverse decine di laboratori. L’anno scorso, l'utile operativo della società ammontava a quasi 17 miliardi di dollari, più del doppio rispetto al 2010.